Come noto, con Provvedimento Direttoriale n. 191910 del 15 luglio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di accesso al nuovo credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti, comprese le spese per la somministrazione di tamponi per COVID-19, di cui all’art. 32 del decreto “Sostegni-bis” (D.L. 25 maggio 2021, n. 73). Il Decreto Sostegni-bis ripropone dunque,  il bonus sanificazione in misura analoga a quella introdotta dall’articolo 125 del DL “Rilancio”. Il credito d’imposta, pari al 30% delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021, spetta per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati, nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti comprese le spese per i tamponi per il Covid-19, fino a un massimo di 60mila euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo di 200 milioni di euro per il 2021.



COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215