Come noto il  comma 691 della Legge di bilancio 2020 ha abolito la disposizione dettata dalla quella 2019 (articolo 1, commi da 17 a 22, Legge 145/2018), che aveva istituito, a decorrere da quest’anno, un regime di favore per le persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni: se nel periodo d’imposta precedente avessero conseguito ricavi o percepito compensi compresi tra 65.001 Euro e 100mila Euro, ragguagliati ad anno, avrebbero potuto applicare al reddito d’impresa o di lavoro autonomo, determinato ordinariamente, un’imposta sostitutiva di IRPEF, addizionali regionale e comunale e IRAP, con l’aliquota del 20%.

COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215