Con  la presente si informa che dal 1° gennaio 2020 l’esportatore abituale non avrà più l’obbligo di consegnare la dichiarazione d’intento al fornitore, unitamente alla copia della ricevuta di trasmissione telematica, al fine di acquistare beni e servizi senza applicazione dell’IVA ai sensi dell’articolo 8, lett. c), D.P.R. 633/1972.È quanto emerge dall’articolo 12-septies D.L. 34/2019 (c.d. “Decreto crescita”) che ha introdotto importanti novità in merito agli adempimenti che devono essere rispettati dagli esportatori abituali[1] in relazione alla possibilità di utilizzo del plafond di esportatore abituale.



[

COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215