Con la presente informativa si ricorda che a fine anno occorre monitorare attentamente l’arrivo delle fatture di acquisto[1] per determinare il momento in cui è possibile detrarre l’IVA a credito.

Il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l’imposta diviene esigibile ed è esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all’ anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo (articolo 19, comma 1, secondo periodo, D.P.R. 633/1972).


[1] Si precisa, innanzitutto, che:

  • la fattura immediata deve essere emessa entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione, determinata ai sensi dell’art. 6 del decreto IVA;
  • per la fattura differita, invece, emessa quindi ai sensi dell’art. 21, quarto comma, lett. a), la trasmissione può invece avvenire entro il giorno 15 del mese successivo rispetto a quello in cui sono state effettuate le operazioni, sempre considerando l’art. 6 del D.P.R. n. 633/1972 per la determinazione del momento di “effettuazione” dell’operazione ai fini IVA;
  • le nuove specifiche tecniche della fatturazione elettronica obbligatorie dal 1° gennaio 2021– Circolare Studio del 7 ottobre 2020 prot. 254/2020.

COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215