Come noto, i soggetti che presentano determinati requisiti possono chiede- re il rimborso e/o di effettuare la compensazione nel mod. F24 del credito IVA maturato nel primo, secondo e terzo trimestre, indipendentemente dalla periodi- cità di liquidazione dell’imposta (mensile o trimestrale).

Si rammenta che dal 2017 sono operative le seguenti novità:

  • aumento a € 30.000 del limite al cui mancato superamento non è richiesta la garanzia per il rimborso del credito IVA;
  • estensione dell’obbligo di apposizione del visto di conformità anche alle richieste di compensazione del credito IVA trimestrale, per importi superiori a € 5.000;
  •  utilizzo in compensazione del credito IVA per importi superiori a € 5.000 annui a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione dell’istanza.

Entro il 30.4.2020 va inviato il mod. IVATR relativo al credito del primo     trimestre 2020 utilizzando il nuovo modello aggiornato dall’Agenzia delle Entrate con Provvedimento del 26 marzo 2020.

In particolare, come disposto dall’art. 38-bis, comma 2, DPR n. 633/72 tale possi- bilità è riconosciuta a condizione che:

     il credito IVA maturato sia di importo superiore a € 2.582,28;

   sia soddisfatto, nel singolo trimestre, uno dei requisiti di cui all’art. 30, comma 3, DPR n. 633/72, ossia:

COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215