normativi da parte del Governo che ha dovuto rispondere in tempi record a tutta una serie di necessità scaturenti dal blocco delle attività necessario al contenimento dei contagi e che poi hanno determinato l’intervento da parte dell’Agenzia delle Entrate   con delle circolari esplicative. L’ultima in ordine di tempo è stata la Circolare n. 8/E del 3 aprile con la quale l’Agenzia Entrate ha ribadito che non rientra tra le sospensioni – previste dal D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 – al 30 giugno, l’obbligo di emissione delle fatture in quanto funzionale all’esercizio di alcuni diritti fiscalmente riconosciuti come la detrazione IVA o la deducibilità del costo da parte del cessionario/committente. Lo stesso vale per la memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi, con la conseguente emissione del documento commerciale.

COPYRIGHT 2019 – STUDIO ASSOCIATO PELLONE – PIVA 07367761215